• Doppia tassazione

    Doppia tassazione

    L'Australia ha un trattato fiscale con l'Italia per prevenire le doppie imposizioni. Come parte degli accordi, un residente in Australia, che percepisce redditi dall'Italia, può richiedere alle autorità fiscali italiane di ridurre la propria ritenuta d'imposta o di essere completamente esonerato dal pagamento delle tasse. Questo e' possibile presentando un modulo fiscale o un certificato di residenza fiscale a INPS (modulo denominato EP-I/1).

    Leggi ancora

  • Consolato

    Consolato

    Il patronato INAS non si occupa di attività consolari né hanno competenze in questa materia. Comunque offre un servizio di informazione e assistenza per le richieste da inoltrare a gli uffici Consolari, quali richieste del codice fiscale, variazioni AIRE, prenotazioni appuntamenti.

    Leggi ancora

     

  • Esistenza in Vita 2018

    Esistenza in Vita 2018

    La Campagna di Esistenza in Vita 2018 inizierà il 19 Marzo 2018 e terminerà il 3 Luglio 2018. Citi invierà i moduli per certificare l`esistenza in vita al domicilio indicato dal Pensionato. Si precisa che alcuni Pensionati potrebbero essere stati esclusi dalla Campagna 2018 su istruzioni di INPS. Le ricordiamo che è possibile contattare il Patronato più vicino per l`invio telematico del modulo di certificazione dell`esistenza in vita tramite il Portale Agenti di Citi.

    Leggi ancora

  • Pensioni

    Pensioni

    L'Italia ha siglato con l'Australia una convenzione bilaterale di sicurezza sociale  entrata in vigore dal 23 Aprile 1986.

    Questo accordo è applicato a tutti i lavoratori, indipendentemente dalla loro cittadinanza, così come i loro familiari a carico e sopravvissuti, che possono mostrare la prova di periodi di contributi in Italia e periodi di residenza in Australia.

    Leggi ancora

  • RED/EST

    RED/EST

    L’Inps per obbligo di legge deve verificare annualmente i redditi dei pensionati che possono incidere sulla misura delle prestazioni pensionistiche, inclusi i redditi prodotti all’estero. La presentazione della dichiarazione Red Est, è indispensabile affinché l’Inps possa conoscere l’entità dei redditi e operare, se dovute, le eventuali trattenute sulla pensione.

    Leggi ancora

Referendum Costituzionale 2020

Quando si vota?

  • In Italia domenica 20 e lunedi 21 settembre.
  • All’estero gli elettori riceveranno le schede elettorali entro i primi giorni di settembre e dovranno restituirle all’ufficio consolare entro il 15 settembre ore 16 locali.

 

 

Per cosa si vota?

E’ stata fissata al 20-21 settembre la data del referendum confermativo previsto dall’articolo 138 della Costituzione sul testo di legge costituzionale recante:<<Modifiche agli articoli 56, 57 e 59 della Costituzione in materia di riduzione del numero dei parlamentari>>, approvato dalle due Camere e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale, serie generale, n. 240, del 12 ottobre 2019.

Votando SÌ

Votando NO

L’elettore esprime la volonta di APPROVARE la riforma costituzionale votata dal Parlamento

L’elettore esprime la volonta di NON APPROVARE la riforma costituzionale votata dal parlamento



Chi può votare?

  • Elettori iscritti all’AIRE(Anagrafe Italiani Residenti Estero)
  • Italiani temporaneamente all’estero

Possono votare cittadini che si trovano temporaneamente all’estero PER ALMENO TRE MESI, per motivi di lavoro, studio o cure mediche. Lo stesso vale per i familiari conviventi all’estero.

ATTENZIONE: In questo caso deve essere preentata richiesta al Comune italiano di residenza entro il 19 agosto per ricevere il plico elettorsle all’indirizzo estero.

 

Come si vota?

Gli elettori riceveranno al loro indirizzo il plico contenente il materiale elettorale e le istruzioni sulle modalità di voto.

ATTENZIONE: Gli elettori che entro il 6 settembre non abbiano ancora ricevuto il plico potranno contattare il proprio ufficio consolare per ottenere il duplicato.

Per votare segui le istruzioni contenute nel foglio informativo e rispedisci il prima possibile la busta affrancata.


Per maggiori informazioni, consultate il sito www.esteri.it o il sito del Consolato.